Consigli di Viaggio: giro di 80 km attorno a Castelnuovo Don Bosco

Come primo consiglio di viaggio, desideriamo invitarvi a venire dalle nostre parti (ndr Castelnuovo don Bosco).

L’itinerario turistico fattibile anche con un 125 (pure scooter), e con una moto che ha “fatto la storia”.

Partenza da Chieri Piazza Europa, ex caserma dei Carabinieri, la piazza del mercato: il giro è di circa 80 km. media 35 orari, 2 soste programmate.

Dalla piazza uscite (obbligatoriamente, è senso unico!!) verso Asti.

Dopo la prima rotonda seguite sempre per Asti. Un paio di semafori, arrivate ad una rotonda (c’è una costruzione nuova, pensiamo una chiesa), svoltate a sinistra per Gassino, Bussolino.

Circa 5 km rotonda (distributore Agip) seguite a destra per Andezeno.

Nella piazza se volete già sostare ci sono 2 bar, e un negozio favoloso che vende ogni ben di Dio, di prodotti locali.

Ripartite tenendo la destra per Castelnuovo. Arrivate ad Arignano. Seguite la provinciale sino a Moriondo.

Vi “buttate” in discesa e cominciate a vedere qualche bel panorama.

Castelnuovo Panoramica
Castelnuovo don Bosco (Foto la Cabalesta)

Fine discesa cartello Castelnuovo, prima della strettoia girate a sinistra, per Berzano di san Pietro. Al primo bivio girate a destra per Albugnano…. ecco ora potete sbizzarrirvi un po’!!! ma noi non vi abbiamo detto nulla!!!

Questa è la mitica Castelnuovo Albugnano, corsa in moto salita che si è svolta per tanti anni.

Seguitela tutta e godetevi il panoramo mozzafiato.

Però, vi consigliamo una piccola distrazione. Quando, dopo 4/5 km trovate un bivio a destra per Pino d’Asti, girate di lì.

E… al dosso fermatevi 5 minuti. Per guardare meglio lo spettacolo. Toglietevi il casco, moto sul cavalletto e guardate bene.

Ripartirete rinfrancati. Seguendo una bella discesa e una ovvia risalita… guidata. Magari con un po’ di terriccio, ma è una strada di campagna, non una pista!!! Al rotondino (con chiesetta) girate a sinistra.

Strada stretta da fare con cugnisiùn… Allo STOP proseguite diritto, fate gli ultimi tornantoni e siete ad Albugnano.

Circumnavigate il paese, salite verso il municipio, parcheggiate la moto e incamminatevi a piedi verso il punto panoramico.

Parco e bussola vi ritempreranno lo spirito e vi faranno capire dove siete.

Dopo mezz’oretta di relax. Casco in testa, discesa e al cimitero, girate per Vezzolano.

2 km e siete immersi nella natura, con una visita che se avete prenotato (www.lacabalesta.it), varrà la pena fare.

Siamo all’ora di pappa? ritornate al bivio e girate a sinistra per Berzano di san Pietro.

Arrivati che siete al paesello (400 anime) girate a sinistra per Castelnuovo, e siete giunti al posto t/pappa, da Alessandro (fuori c’è scritto da Conrado). Leggete sul sito l’articolo il fritto misto che ha fatto la storia…

Ricordatevi che se andate a pranzo (e la fate vedere), con una moto di almeno vent’anni avete diritto allo sconto…

Potete anche solo concordare un primo piatto, noi vi consigliamo gli agnolotti, magari mangiati fuori sotto il tendone.

Dopo la sosta culinaria, ripartite più sereni e ritemprati, vi dirigete in discesa verso Castelnuovo. Una bella discesa e siete ad un bivio che vi manda a Moncucco.

Salita di 3/4 km, bivio su dosso, girate a destra per il paese, passatelo tutto e fatta una belle strada, ombra e sole, arrivate a Cinzano.

Discesa verso Gassino Torinese e arrivate, dopo Bussolino, sulla statale che vi riporta o verso Torino o verso altre destinazioni.

Che dire… speriamo che il giro vi sia piaciuto… buon viaggio casco ben allacciato

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *